Il Mississippi

La sua superficie totale è di 3.238.000 km², un terzo del territorio degli Stati Uniti d’America e quasi undici volte la superficie dell’Italia.

Il bacino del Mississippi si estende su 31 Stati americani e due province canadesi. Viene diviso in sei sotto-bacini, che corrispondono al corso inferiore e superiore, nonché al corso di alcuni degli affluenti più importanti, tra cui Missouri (4.370 km di lunghezza), l’Arkansas, Ohio. La piana alluvionale del fiume misura circa 90.000 chilometri quadrati e più di 72 milioni di persone vivono nel bacino idrografico, cioè quasi un americano su quattro.

Miss 1

Alla perfetta descrizione di Wikipedia manca una cosa, è incredibile quando lo guardi. Il primo incontro ti fa capire perchè Mark Twain se ne sia perdutamente innamorato. Questo fiume ha vissuto la storia del paese prima come barriera naturale per la corsa verso il West, poi come sistema di trasporto da nord a sud degli states e infine come sanguinoso teatro di battaglia durante la guerra civile.

Oggi mentre mi perdevo nella mattina ancora sonnollenta della downtown, mi sono imbattuto nel museo del fiume mississippi, l’ho affrontato pensando fosse una noiosa macchietta e ne sono uscito informato e affascinato. Quante storie ha da raccontare questo grande fiume. Probabilmente le stesse che potrebbe dirci il Pò se fossimo in grado di spettacolarizzarlo a dovere. Anche se sinceramente l’evoluzione delle riverboat americane è qualcosa di unico. A vederne i modellini schierati uno dopo l’altro ed entrando nelle ricostruzioni in scala 1:1 non si può non rimanerne affascinati, immaginandole piene di vita e affari. Si dice spesso che la natura è fondamentale nella crescita di una nazione, mai come in questo caso possiamo dire che sia vero! Non c’è lo spazio per raccontare tutto, perchè è veramente una girandola di eventi unici.

Memphis ricordata per tanti King (Martin, Elvis, BB) che l’hanno valorizzata ha anche un volto storico che comprende il cotone, le plantation e il suo fiume. Se spesso ho detto che andare in piccole città remote per visitarle può non convenire, oggi mi sento di dire che dall’Italia a Memphis sono solo 11 ore di volo… Ma non vi siete rotti il cazzo di parlare sempre di New York?

Nelle due foto che seguono c’è una parte della lunghissima ricostruzione del fiume fatta in scala all’esterno del museo. La ricostruzione termina in una splendida piscina che rappresenta il golfo del messico. AMAZING!

Miss 3

Miss 2

Leave a Reply