Montgomery – Alabama

La città deve il suo nome al generale Montgomery, eroe delle guerre coloniali morto in Quebec nel 1775, ed è nata dalla fusione di due small town New Philadelphia e Alabama.

Nata e cresciuta grazie al commercio degli schiavi e come porto strategico sull’Alabama River per l’invio del cotone prima a Mobile e da lì in Europa, Montgomery è più volte salita alle cronache della storia americana. All’inizio dell’ottocento qui entrarono in funzione le prime elecrtic cabs per il trasporto passeggeri in America. Da Dexter Avenue il giorno 11 Aprile 1861 è partito il telegramma che ha dichiarato guerra all’unione con l’attacco a Fort Sumter in Nord Carolina. (svolgimento della guerra). Il primo dicembre 1955 Rosa Parks rifiutò di cedere il suo posto nella zona del bus destinata ai “colored” ad un bianco, gettando così le basi per la nascita del movimento dei diritti civili. Il 21 Marzo 1965 Martin Luther King entrò in testa a 8.000 manifestanti pacifici chiudendo per sempre il capitolo della schiavitù e della segregazione in America.

Oggi è una città con un’identità che racconta molto della sua voglia d’integrazione, l’ho trovata tranquilla e pacifica e soprattutto in fast growing. Dopo i tanti giorni trascorsi in paesi e città in ginocchio è stato piacevole trovarsi in un ambiente vivo e in crescita.

Del resto l’america è così come una bilancia in equilibrio solo se il piatto della Depression è inversamente proporzionato del piatto del Growing. Non so se questo sistema sia migliore o peggiore del nostro, ma almeno questo è un sistema… In Italia possiamo dire di averlo??

Stay tuned, will back soon 😉

P.S: Nell’ultima foto la simpatica partita di baseball delle minor league dove i Montgmery Biscuits (da tradurre come le Focaccine) hanno sconfitto i Jackson Generals. Passavo davanti allo stadio ed era finito il 6° inning a quel punto partita gratis, così mi sono seduto in mezzo alle famiglie che terminavano la loro domenica sera.

 

Alabama 2Alabama 3Alabama 4

 

 

 

Leave a Reply